Informazioni societarie

Organi societari

  • Fathi Jerfel, Presidente
  • Giampiero Maioli, Vice Presidente
  • Cinzia Tagliabue, Amministratore Delegato (“CEO”) e Direttore Generale 
  • Matteo Germano, Amministratore delegato ad effettuare le scelte di investimento (“CIO”)
  • Domenico Aiello, Consigliere 
  • Giovanni Carenini, Consigliere
  • Paolo Proli, Consigliere
  • Filippo Annunziata, Consigliere Indipendente
  • Alessandro De Nicola, Consigliere Indipendente
  • Livia Piermattei, Consigliere Indipendente
  • Claudio Maria Legnazzi, Presidente
  • Elisabetta Caldirola, Sindaco
  • Angelo Carlo Colombo, Sindaco

Policy aziendali

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01

La SGR ha adottato un Modello di organizzazione, gestione e controllo ex Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n.231, approvato dal Consiglio di Amministrazione. Scopo del Modello è la costruzione di un sistema strutturato ed organico di procedure nonché di attività di controllo da svolgersi anche in via preventiva, volto a prevenire la commissione delle diverse tipologie di Reato contemplate dal citato decreto.

Politiche di Remunerazione e Incentivazione

La SGR ha predisposto la propria Politica di remunerazione e incentivazione sulla base di quella di Gruppo e, per quanto non in contrasto, non disciplinato o più restrittivo, nel rispetto delle disposizioni europee e nazionali che regolamentano il settore del risparmio gestito

Gestione dei Conflitti di Interesse

Ai sensi della disciplina vigente in materia di politica di gestione delle situazioni di conflitto di interesse, la SGR ha adottato, nell’ambito del servizio gestione di portafogli e del servizio di gestione collettiva del risparmio, una politica di gestione dei conflitti di interesse adeguata alle dimensioni e all’organizzazione della Società, alla natura e alle dimensioni e complessità dell’attività svolta, che tiene conto delle circostanze che potrebbero causare un conflitto di interesse risultante dalla struttura e dalle attività dei soggetti appartenenti al medesimo Gruppo Crédit Agricole.

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli Ordini

In conformità a quanto stabilito dalla vigente disciplina in materia di best execution, la SGR adotta misure e meccanismi atti a ottenere il miglior risultato possibile per gli OICR gestiti e per i clienti a cui presta il servizio di gestione di portafogli nell’esecuzione degli ordini per conto dei patrimoni gestiti.  La SGR ha quindi definito una strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini, che descrive gli elementi di maggior rilievo delle strategie applicate dalla SGR, inclusi i fattori di esecuzione ritenuti rilevanti e le modalità di selezione delle Sedi di Esecuzione e degli Intermediari.

Ai sensi del Regolamento Delegato (UE) 2017/576 dell’8 giugno 2016, la SGR pubblica, per ciascuna classe di strumenti finanziari negoziati, l’informativa relativa alle sedi di esecuzione/intermediari cui sono stati trasmessi nel corso dell'anno precedente gli ordini dei prodotti gestiti.  Informativa MIFID II di Amundi SGR S.p.A – anno di riferimento 2021

Voting e Engagement

Sulla base della Responsible Investment Policy  e della Voting Policy di Gruppo, la SGR ha predisposto una specifica Politica di impegno per descrivere i comportamenti che la Società adotta per stimolare il confronto con gli emittenti in cui investe, integrando il proprio impegno in qualità di azionista nella strategia di investimento. Ai sensi della normativa vigente, la SGR ha inoltre adottato una Policy sull’esercizio dei diritti di voto sulla base della Voting Policy di gruppo, al fine di assicurare che tali diritti siano esercitati nell’esclusivo interesse degli investitori. La sintesi di tale policy è disponibile al presente link esercizio dei diritti di voto inerenti agli strumenti finanziari di pertinenza dei portafogli gestiti .

Le modalità di attuazione della politica di impegno e della politica di voto sono sintetizzate nei report di Gruppo  disponibili qui  (vedi sezioni “Shareholders Rights Directive 2” e “Proxy voting policy”).

Inoltre, ai sensi dell’articolo 124 septies del Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998 (cd. “Testo Unico della Finanza” - TUF) che recepisce le previsioni della Direttiva (UE) 2017/828 (cd. “Shareholders’ Rights Directive II"), la SGR comunica agli investitori istituzionali le informazioni relative alla strategia di investimento e alla sua attuazione ( Report ex 124 septies TUF ).

Politica sugli investimenti responsabili 2021

L’obiettivo del documento è quello di spiegare la governance, la politica e la strategia d’integrazione dei criteri ESG nella politica d’investimento di Amundi.

Dichiarazione SFDR di Amundi SGR

Il documento riprende i capisaldi della politica di investimento responsabile e dettaglia le modalità e i criteri adottati da Amundi per valutare i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità.

LIBOR Cessazioni

Il 5 marzo 2021, la Financial Conduct Authority (FCA) ha confermato che tutti i tassi LIBOR cesseranno di essere forniti dall’agente di calcolo o non saranno più rappresentativi:

  • immediatamente dopo il 31 dicembre 2021, per tutte le scadenze in Sterlina, Euro, Franco svizzero e Yen giapponese, e per le scadenze a 1 settimana e 2 mesi in Dollari statunitensi; e
  • immediatamente dopo il 30 giugno 2023, per le restanti scadenze relative al Dollaro statunitense (over night, a 1, 3, 6 e 12 mesi).

Consulta le informazioni chiave relative a questo imminente cambiamento e al suo impatto (documento in inglese).